ombra bandiera lingua italiana bandiera lingua inglese bandiera lingua slovena

Osteopatia in Neonatologia e Pediatria

31 gennaio e 1-2 febbraio 2019
Bruno Ducoux, D.O. MROF
Fondatore Associazione Europea di Osteopatia Pediatrica
Direttore FROP (Formazione e Ricerca in Osteopatia Pediatrica)

Esiste un legame inscindibile tra struttura e funzione nello sviluppo umano:
"La funzione esiste prima che lo sviluppo strutturale sia stato completato"

Tutto è unito nell’organismo, dal concepimento alla morte, e questa unità permette alla vita di manifestarsi pienamente se non viene limitata da una disfunzione.
Piccoli eventi, squilibri o cambiamenti durante la gravidanza, la nascita o nella prima infanzia possono avere conseguenze funzionali e strutturali enormi per tutta la durata della vita umana.
La libera circolazione di elementi fluidici e corpuscolari all'interno della matrice extracellulare sono fattori essenziali alla salute, ovvero al mantenimento dell'omeostasi, di quell’equilibrio dinamico manifestato, in stato di salute, dalla libertà di movimento.
Il movimento permette al bambino l'esplorazione sensoriale dell’ambiente circostante, e gli stimoli così conosciuti si inscrivono in maniera tanto più profonda e durevole quanto più precocemente sono proposti e assimilati.
Il bambino, durante la vita fetale, ha altresì già acquisito informazioni sensoriali sviluppando così un suo personale apprendimento di tipo associativo. L’osteopata, in questo contesto di rapido sviluppo psicomotorio, relativo alla maturazione del sistema nervoso, deve conoscere al meglio l'anatomia, la fisiologia e lo sviluppo psico-motorio del bambino in relazione a fattori genetici, epigenetici, ambientali e famigliari che possono influenzare la sua evoluzione.
Le asimmetrie craniche ed encefaliche, le suture, le membrane, i fluidi, e la loro l’armonia ed equilibrio di sviluppo nel rispetto della midline hanno quindi ripercussioni sul piano morfologico e posturale, ma anche sull’organizzazione globale del comportamento psico-emozionale neonatale.
Le informazioni raccolte saranno analizzate dal terapeuta e poi sintetizzate in una diagnosi osteopatica, permettendo l’elaborazione di un trattamento osteopatico che stimola l’omeostasi e l’autocorrezione.

Programma

  • Il trattamento osteopatico in pediatria: la storia, il suo sviluppo, indicazioni e controindicazioni
  • Che cos’è la vita?
  • Le vibrazioni
  • Lo sviluppo senso-motorio e la plasticità neuronale
  • Le interazioni materno-fetali
  • Le memorie pre-natali
  • Il trattamento prima della nascita
  • Asse verticale e midline: pratica
  • Asse orizzontale e diaframmi: pratica
  • La matrice extracellulare e le catene fasciali
  • Il parto ai giorni nostri
  • Fattori che influenzano la nascita
  • Le tappe della nascita: pratica
  • Posture del bambino e plagiocefalia
  • Percezione fisica, emozionale e metabolica: diversificazione dei livelli
  • Quando è necessario il trattamento?
  • Relazione verbale e non verbale con il bambino e il suo ambiente
  • Sviluppo del trattamento in osteopatia pediatrica e approccio pratico

Docente

Bruno Ducoux è Osteopata D.O. MROF, membro fondatore dell’Associazione Europea di Osteopatia Pediatrica e direttore della FROP - Formazione e Ricerca in Osteopatia Pediatrica, in Francia.
Affermato nel campo dell’osteopatia perinatale e promotore di formazioni perinatali e pediatriche, e post-graduate in Europa, Nord America e Canada, in osteopatia pediatrica e integrazione somato-emozionale, Bruno Ducoux viene ad offrirci la sua preziosa trentennale esperienza professionale maturata sul campo.
Ha rivestito in passato il ruolo di membro del comitato esecutivo del WOHO (World Osteopathic Health Organisation), dell’OIA (Osteopathic International Alliance) ed è stato membro fondatore e vicepresidente dell’ Osteopathic Academy nonché redattore di Apostill.
Ha svolto innovativi lavori di ricerca sulla dinamica delle fasce in collaborazione con il Dr. Jean-Claude Guimberteau. Questa ha portato alla realizzazione dell’oramai famoso documentario “L’ostéopathie sous la peau” presentato in numerosi congressi scientifici internazionali.